Tag: gaspacho

GAZPACHO DI PISELLI

GAZPACHO DI PISELLI

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di piselli freschi o surgelati
  • 100 g di pane casereccio
  • acqua ghiacciata q.b.
  • 1 cipolla bianca o dorata
  • 80 ml di panna
  • sale q.b.
  • menta fresca q.b. per decorare
  • qualche crostino per decorare

 

 

Preparazione

Mettete sul fuoco una pentola d’acqua e nell’attesa che raggiunga il bollore sgranate i piselli (se sono freschi) e sbucciate la cipolla poi tagliatela a metà. Non appena l’acqua bolle salatela e tuffatevi la cipolla e piselli.

A cottura ultimata scolate i piselli e la cipolla e passateli in acqua ghiacciata in modo da bloccare la cottura. Frullate con il mixer ad immersione con la panna e il pane, aggiungete un po’ di acqua di cottura dei piselli se necessario per ottenere una consistenza cremosa. Aggiustate di sale e lasciate raffreddare in frigorifero fino al momento di servire.

Distribuite il gazpacho in bicchierini monoporzione e decorate con pisellini freschi, crostini di pane croccante e foglioline di menta fresca. Infine servite.

Il gazpacho preparato seguendo questa ricetta può essere conservato in frigorifero coperto con pellicola trasparente per 2-3 giorni.

 

 

Aspetti nutrizionali.

I piselli (Pisum sativum) appartengono alla famiglia delle Fabacee. Sono tra i legumi più antichi e la loro origine non è chiaramente conosciuta.

Grazie al significativo contenuto in proteine, zuccheri, vitamine e sali minerali, i piselli possiedono un elevato potere nutritivo; essi sono ricchi di ferro biodisponibile (utile in alcune forme di anemia), fosforo (indispensabile per il metabolismo delle cellule nervose e per fissare il calcio nelle ossa), calcio e potassio. I piselli freschi sono tra i legumi più ricchi di vitamina A la cui carenza può indurre secchezza della pelle e delle mucose. I piselli contengono una limitata percentuale di quegli amidi che provocano il classico meteorismo tipico di altri legumi, per cui risultano essere più digeribili rispetto ai fagioli ed ai ceci.

Contengono anche molta dopamina che li rende indicati nel trattamento del morbo di Parkinson.

A questo scopo e non solo, per sfruttare meglio le proprietà nutrizionali dei piselli è consigliabile consumarli freschi in quanto, con il processo di essicazione, perdono gran parte delle loro vitamine e diventano meno digeribili.

Come tutti i legumi, i piselli contengono alte quantità di antienzimi, i quali se per un verso riducono l’assimilazione delle proteine (effetto trascurabile vista la notevole quantità di queste nella nostra dieta), dall’altro contrastano lo sviluppo di alcuni virus e l’azione di alcune sostanze cancerogene nel nostro intestino.

Grazie al buon contenuto in fibre, se impiegati freschi, i piselli esplicano un’azione lassativa, oltre a contribuire a mantenere nella norma il colesterolo e i valori pressori.

La funzione principale della menta è quella di sedazione e di freno dell’irritabilità neurologica. Infatti le caramelle alla mente sono ricercate in modo particolare dai soggetti ansiosi o ipereccitabili. La tisana alla menta viene sfruttata invece perché ha un effetto digestivo e antispastico sullo stomaco.

Dott. Enrico Magini
biologo nutrizionista
esperto in counseling nutrizionale
nutrizione nelle varie discipline sportive