Tag: CARCIOFI

FARROTTO CON GLI STRIGOLI, ASPARAGI E CARCIOFI

FARROTTO CON GLI STRIGOLI, ASPARAGI E CARCIOFI

creamy-root-vegetable-farrotto-L-EF4uJm

 

Ricetta per 8 persone

 

Ingredienti:

  • 500 gr farro
  • 200 gr strigoli [*]
  • 200 gr asparagi [*]
  • 200 gr carciofi [*]
  • 1 porro di media grandezza
  • ½ bicchiere di vino bianco preferibilmente verdicchio di Matelica
  • brodo vegetale [**]
  • olio extravergine di oliva q.b
  • sale marino integrale q.b.

IMG_0851

procedimento:

far appassire il porro nell’olio aggiungere il sale poi il farro tostandolo per poi sfumarlo con il vino, mantecare portando a quasi completa cottura con il brodo e sul finire aggiungere gli strigoli, i carciofi e gli asparagi finemente tagliati aggiustando di sale.

asparagi_di_campo_autodifesalimentare

 

21672

Lasciare riposare almeno 5 minuti e poi impiattare con un filo di olio se si ha disposizione un monovarietale la Coroncina.

 

Note:

[*] il peso e riferito alle verdure già lavate e ridotte a piccoli pezzi

[**] gli ingredienti del brodo vegetale:

  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 patata
  • 1 cipolla
  • 3 foglie di alloro
  • prezzemolo q.b.
  • coriandolo q.b.
  • sale integrale marino q.b.

 

ricetta di Simone Cipollari cuoco della Gatronomia LU GRECIU di Porto San Giorgio

Analisi nutrizionale

Gli Strigoli, appartengono alla famiglia delle Cariofillacee, il loro nome scientifico è Silene Vulgaris. Vengono chiamati strigoli perché se strofinati delicatamente producono un caratteristico stridio, ma, sono conosciuti anche come Carletti, o Bubbolini, o Tagliatelle della Madonna. Recenti studi indicano negli strigoli un contenuto in sali minerali ed in fenoli più alto che negli spinaci, oltre che una buona percentuale di vitamina C. Per quanto riguarda le proprietà medicinali, gli strigoli risultano essere una pianta utile nelle oftalmie (affezioni degli occhi), ma sono noti soprattutto per le loro proprietà diuretiche.

Il Carciofo è ricco di sodio potassio e fosforo vitamina B1, B3 e di inulina, una fibra solubile che tiene sotto controllo il livello di colesterolo ematico perché favorisce la trasformazione dello stesso in acidi biliari e quindi l’eliminazione attraverso gli acidi biliari stessi.  I polifenoli di cui è ricco il carciofo esplicano il loro effetto protettivo soprattutto sul fegato  contrastando i danni ossidativi.

Gli Asparagi sono caratterizzati da un alto rapporto potassio/azoto che conferisce loro un buon effetto diuretico. Ricco di rutina e vitamina C ha un buon effetto antiossidante e la rutina è utile nel rinforzare le pareti dei capillari. E’ ricco anche in asparagina un aminoacido utile per la sintesi di molte proteine e responsabile del tipico odore dell’urina di chi ha mangiato asparagi.

Il Porro nella sua parte bianca contiene una fibra utile a pulire l’intestino consigliata anche a chi soffre di colon irritabile mentre in questi casi è sconsigliato utilizzare la parte verde. E’ ricco di vitamina B6 e B9 e di potassio mentre è povero di sodio.

La combinazione di questi 4 vegetali conferisce al piatto spiccate proprieta diuretiche (strigoli e asparagi) ed antiossidanti nonché depurative a livello epatico (carciofo), un ottimo apporto di minerali come quantità e come rapporti relativi.  Il farro è un cereale  particolarmente ricco di proteine (15,1 g/100 grammi) e di vitamine del gruppo B. Inoltre contiene un aminoacido essenziale mancante o carente in molti altri cereali: la metionina, coinvolta nella sintesi di carnitina, cisteina, lecitina, taurina, fosfatidilcolina ed altri fosfolipidi.

Il piatto proposto costituisce un ottimo primo piatto da gustare nei mesi di Aprile sino a metà Maggio periodo in cui asparagi carciofi e strigoli ci donano il massimo delle loro proprietà nutrizionali. La ricetta proposta è ben bilanciata secondo i criteri della dieta in stile mediterraneo e se accompagnata da una piccola porzione legumi semplicemente bolliti e conditi con olio extravergine di oliva di buona qualità fornisce un pasto nutrizionalmente completo e con proporzioni ottimali dei macronutrienti carboidrati proteine e grassi. Buono anche l’apporto di fibra.  

Dott.ssa Cristina Aperio
Biologa Nutrizionista
Scentific Coordinators
Regenera Research Group