l’orto di fabio – agosto 2019

l’orto di fabio – agosto 2019

“Agosto moglie mia non ti conosco” recita un vecchio adagio, ma orto mio posso dire che ti conosco, perché il contadino non va mai in ferie.

 

li fasciulitti

I lavori da svolgere non si discostano da quelli del mese di luglio. Spesso, però specie a partire da metà del mese i primi temporali consentono un abbassamento della temperatura a vantaggio delle ultime produzioni.

Le giornate si accorciano e alcune piante evidenziano un rallentamento vegetativo, altre mantengono inalterate la loro vigoria e la loro capacità produttiva. I colori dell’orto cominciano cambiare: dal verde intenso si passa al giallo dei primi appassimenti.

Questo cambiamento si vede soprattutto nelle patate, pronte per essere raccolte a fine mese, nei fagioli, nei pomodori, nelle zucchine e nei cetrioli. Una particolare attenzione va posta alla variazione cromatica delle foglie, imputabile spesso non a fattori stagionali, ma ad attacchi batterici, fungini, virali o ad opera di insetti contro i quali non si è combattuto abbastanza nei mesi precedenti.

li muregna

SEMINE

Con Agosto termina la grande stagione delle semine. In piena terra vanno posti i semi di:

  • bietola da costa
  • cicoria o radicchio rosso e verde a grumolo
  • invidia
  • lattuga
  • ravanello
  • scarola
  • spinacio


agretti

TRAPIANTI

A parte la catalogna l’orto di agosto si caratterizza per i trapianti delle crucifere, d’altra parte sono questi gli ortaggi [i cavoli] che più di tutti gli altri saranno i protagonisti dei mesi invernali.


canasta rossa

IRRIGAZIONE

Le piogge di agosto non sono ancora sufficienti ai bisogni delle colture ortive, ma soprattuto nella seconda quindicina del mese, cominciano ad essere importanti e la loro efficacia non si esaurisce nell’arco di poche ore come capitava in giugno e luglio. Le annaffiature sono ancora da continuare sui semenzai su trapianti, mentre per le colture in atto si diradano fino ad essere completamente eliminate verso la fine del mese, andamento climatico permettendo.

i primi fichi

LAVORI AL TERRENO

La zappatura è ancora la pratica preponderante di questo mese. Come a luglio, le zappature di agosto servono per scerbare, sarchiare, rincalzare e risistemare le aiuole. Man mano che la vegetazione ingiallisce e le colture si esauriscono con gli ultimi raccolti si interviene con l’eliminazione totale di tutti gli organi aerei e sotterranei che possono essere utilizzati per la produzione di compost.

fiori di zucca

LOTTA

Attenzione va riposta ai comunicati settimanali della Coldiretti per il trattamento degli ulivi contro l’attacco della mosca. Nel mese di agosto sono evidenti i danni arrecati da due animali che pur possedendo un nome simile, sono diversissimi tra loro: il grillotalpa [è un insetto] e la talpa [è un mammifero].

Il grillotalpa è un insetto lungo 3 4 cm. che vive nel terreno e attacca gli apparati sotterranei delle piante preferendo quelli carnosi come patata, barbabietola, rapa, ravanello e carota. Le uova sono deposte nel terreno e le larve che ne fuoriescono diventano adulte alla fine del secondo anno. Oltre al danno diretto dovuto all’erosione dei tuberi, la loro azione predispone all’insorgenza di diverso tipi di marciume e di batteri.

Se l’infestazione è grave bisogna ricorrere alla disinfestazione del terreno con fumiganti. In casi normali si ricorre ad esche avvelenate.

La talpa è un mammifero lungo fino a 14 cm. Gli occhi si sviluppano solo negli adulti e comunque la vista rimane molto limitata, al contrario, udito e odorato sono finissimi. Si nutre principalmente di insetti, influenza positiva sulle coltivazioni e scava, con sorprendente rapidità, innumerevoli gallerie sotterranee fino a 50 cm. di profondità, influenza negativa, privilegiando terreni sciolti e umidi, il danno che può arrecare agli orti è direttamente proporzionale allo sviluppo di gallerie che scava con le sviluppatissime unghie delle zampe anteriori.

Il risultato si evidenzia con il sollevamento e lo sradicamento di intere file di ortaggi che, comunque, posso essere ripiantati. Se non in casi di gravi infestazioni la presenza di qualche talpa nell’orto richiede certamente controllo del suo operato, ma risulta di aiuto all’ortolano per la massa enorme di insetti dannosi che riesce a distruggere. In caso di necessità si possono catturare con trappole.

li pernicù

RACCOLTA

Nel mese portiamo a casa i seguenti ortaggi:

  • aglio
  • anguria
  • barbabietola rossa
  • basilico
  • bietola da coste
  • broccolo e broccoletto
  • carota
  • catalogna
  • cetriolo
  • cicoria
  • cipolla
  • fagiolo e fagiolino
  • invidia
  • melanzana
  • melone
  • patata
  • peperone
  • pomodoro
  • prezzemolo
  • rapa
  • sedano
  • zucca e zucchina

le fuji

perette dello vatte

lo trosomari


lu peperò


pomodori qualità San Crispino

foto e testo di Fabio Raffaeli

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *