A TUTTO PANCAKE! [senza glutine]

A TUTTO PANCAKE! [senza glutine]

“Il pancake è veramente un’ottima proposta per la colazione mattutina: veloce da preparare, sfizioso, versatile e buono. Ne ho sperimentate differenti versioni, tutte accompagnate con farciture dolci: marmellata, miele, sciroppo d’acero, cioccolata spalmabile. Ho usato diverse farine, prevalentemente proteiche, diluite con tanti tipi di liquidi, dall’acqua al latte vaccino o di capra al latte vegetale. Ho fatto pancakes senza lievito, col lievito per dolci o cremor tartaro, col bicarbonato, con l’albume d’uovo e senza albume; ho anche aggiunto lo yogurt al caffè o greco. Il risultato è stato sempre eccellente, almeno per i miei gusti. Sicuramente i pancakes con l’acqua risultano meno gustosi, dall’aspetto e al gusto più lisci degli altri. Quelli con lo yogurt, l’albume e il lievito o cremor tartaro i più soffici. Tutti, però, gustati caldi con la marmellata o la farcitura desiderata al momento sono buoni.
Scrivo, di seguito, alcune tra le ricette che mi piacciono di più.

Annalinda Pasquali

 

 

PANCAKE ALLA FARINA DI CECI E CASTAGNE

ingredienti:

  • 1 cucchiaio colmo di farina di castagne
  • 1 cucchiaio colmo di farina di ceci
  • 5 cucchiai, circa, di latte di mandorle o di riso o di cocco, a seconda dei gusti.
  • Olio extravergine di oliva per ungere il padellino.

 

PANCAKE CON FARINA DI RISO, QUINOA E FARINA DI COCCO GREZZA

ingredienti:

  • 1 cucchiao raso di farina di riso
  • 1 cucchiaio raso di farina di quinoa
  • 1/2  cucchiaio di farina di cocco grezza
  • cannella nella quantità desiderata, a seconda del gusto
  • acqua o latte vaccino o vegetale 2/3 cucchiai
  • la punta di un cucchiaino di lievito
  • 2 cucchiai di albume
  • olio extravergine di oliva per ungere il padellino.

 

 

PANCAKE CON FARINA DI RISO,  DI CASTAGNE E YOGURT

ingredienti:

  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 1 cucchiaio di farina di castagne
  • 2 cucchiai di yogurt (io metto quello al caffè)
  • 2 cucchiai di albume
  • latte di mandorle o riso per diluire l’impasto.
  • la punta di un cucchiaino di lievito o cremor tartaro o un pizzico di bicarbonato
  • olio extravergine di oliva per ungere il padellino.

 

 

 

procedimento:

La pastella deve risultare morbida, ma non eccessivamente liquida, pertanto i cucchiai di latte vegetale o vaccino possono variare nella quantità, così come l’acqua, a seconda di quanti ne assorbe la farina. Chi lo desidera può aggiungere lo zucchero nell’impasto. Un trucco per far assorbire bene i liquidi alla farina è quello di mescolarli e lasciarli riposare almeno 15 minuti prima di versarli nel padellino.

Ricetta e foto di Annalinda Pasquali

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *