bergamotto-pianta

 

 

Denominazione botanica: Citrus bergamia Risso 
Famiglia: Rutacee 
Parti usate: buccia 
Provenienza: Italia meridionale, coltivato 
Metodo di estrazione: pressione a freddo della buccia dei frutti o distillazione in corrente di vapore 
Colore: verde con alcuni riflessi dorati 
Consistenza della fragranza: morbida 
Descrizione della aroma: il bergamotto ha una profumazione dolce-aspra e floreale. Il suo olio essenziale concentra queste caratteristiche. La profumazione è più amara del limone e dell’arancio amaro. 

Il Bergamotto è un agrume calabro, noto per essere la base profumata più utilizzata per creme nell’industria dolciaria o come aromatizzante per il Tè.
La pianta ha “denominazione” citrus, quindi un sempreverde che appartiene alla famiglia delle rutaceae. Le dimensioni della pianta sono modeste, raggiunge al massimo i 4 metri di altezza.
Produce dei piccoli fiori di colore bianco chiamati “Zagara”, la fioritura ha inizio nei mesi di Marzo-Aprile.
Il frutto è di colore verde-giallo il cui peso può variare dai 70 grammi ai 200. La forma è rotonda e leggermente oblunga, lo stato esterno (esocarpo) è sottile. Nello strato sottostante vi si trovano le ghiandole oleifere. Qui vi si trova il succo il quale ha un sapore dolce-amaro.
La coltivazione della pianta è data ad una ristretta fascia della costa della provincia di Reggio Calabria, che oggi, con i 1300Ha c.a. di terreno coltivato (grazie anche a specifici finanziamenti della regione Calabria) è patrimonio ambientale ed economico per il nostro paese, dal momento che la produzione di olio essenziale é esclusiva di queste zone.
L’olio essenziale si estrae mediante pressione a freddo dei frutti, la resa dell’olio essenziale è bassissima, circa lo 0,005%.

Bergamotto.website

L’olio essenziale di bergamotto è presente in farmacopea, l’industria farmaceutica e il settore erboristico lo utilizzano per le proprietà antisettiche e antibatteriche. Esiste però un’altra proprietà in cui il bergamotto è veramente potente… ma pericoloso: viene utilizzato come acceleratore dell’abbronzatura diluito in olio all’1% tuttavia questa operazione è però pericolosa poiché si possono rischiare gravi ustioni, richiede quindi esperienza da lasciare fare al naturopata.

Solo di recente la tecnologia ha reso possibile un estrazione dell’ olio essenziale senza bergapteni, responsabili degli effetti fotosensibilizzanti appena accennati.

 

Pressday Carita 4_12_14 (13)

Curiosità
il nome bergamotto deriva dalla città Bergamo dove la profumazione pare sia stata venduta per la prima volta.

Indicazioni
Possibili applicazioni: Acne, accessi, ansia, cistiti, depressione, alitosi, perdita di appetito, olio per la pelle, psoriasi, stress.

Avvertenze
Fototossico. Per cui se applicato sulla pelle evitare esposizioni solari.

 

azienda-patea-2-412