• 4

  • 3

  • 2

  • 1

 

11210475_10200524006300165_3657170295545044721_n

Il genere umano è molto legato alle “cose”, alla “materia”, che sia essa cibo (e questo è accettabile per la sopravvivenza, ma non l’ingordigia che spesso si accompagna ad esso), oggetti o denaro.
Spesso si perde il senso della vita, che in realtà è data da un insieme di elementi, tra cui aria, acqua e luce, senza i quali non ci sarebbe la vita stessa, che l’uomo ha deciso di scandire con un tempo lineare, mentre per sua natura è scandita da ritmi ciclici.
L’aria è composta per il 78% di azoto, per il 21% di ossigeno, per l’1% è argon, poi ci sono altri gas presenti in tracce, come l’anidride carbonica.
Questi gas costituiscono l’atmosfera, la fascia che avvolge la crosta terrestre e protegge la terra dalle radiazioni solari, determinando sul pianeta un ambiente particolarmente favorevole per la vita. L’aria rappresenta tutto ciò che è gassoso, inodore e insapore; essa non può essere afferrata, è lo spazio intangibile che avvolge e permea il mondo umano, è l’invisibile che respiriamo, senza a quale non potremmo sopravvivere: l’ elemento più importante per la salute delle cellule è proprio l’ossigeno, tanto da poter sopravvivere settimane senza cibo, giorni senza acqua, ma solo pochi minuti senza aria.
Altro elemento per noi vitale è l’acqua.
Il pianeta terra è ricoperto per sette decimi di acqua (ghiacciai, laghi, fiumi, mari e oceani).
Dalla navetta spaziale Apollo 14, la Terra si vedeva blu, il colore del pianeta vivente “Gaia”.
La forza di gravità, esercitata dal nucleo del pianeta consente l’adesione dell’acqua alla crosta terrestre.
Tutti gli organismi viventi, unicellulari e pluricellulari, sono costituiti da cellule, assimilabili a sacchettini lipidici che racchiudono acqua leggermente salina. Ogni cellula vivente è costituita per l’80% di acqua (quantità variabile in base all’età cellulare) ed ogni cellula, negli organismi pluricellulari, è immersa nel liquido extracellulare che naviga in tutto il corpo ed è costituito anch’esso per l’80% di acqua.
L’acqua ha anche una grande valenza esoterica: è la sorgente della vita, matrice che sotto forma di liquido amniotico e di acque primordiali preserva e dà inizio alla vita; inoltre nella forma di pioggia rende fertile e feconda la terra: l’acqua sotto forma di vapore sale verso il cielo e poi torna sotto forma di pioggia sulla terra, fecondandola.
La luce è il fuoco, è l’energia che ci dà il Sole, la nostra stella, senza la quale non ci sarebbe la vita. La luce è un elemento dinamico che genera trasformazioni: senza la luce non avverrebbe la sintesi clorofilliana e non avremmo l’ossigeno e quindi l’aria da respirare, ma non avremmo la stessa acqua che di ossigeno è costituita.
Ma oggi a tutto questo non si pensa, non ci si ferma mai a riflettere sul perchè viviamo e cosa Madre Natura ha disegnato per noi…oggi si corre dietro alla retta del tempo inventato dall’uomo, respirando l’aria inquinata a causa dell’uomo, bevendo acqua da bottiglie di plastica e mettendosi filtri solari per proteggersi dalla luce solare. Dovremmo prendere un po’ più coscienza delle nostre azioni e conoscenza della vera entità della Natura, scandita di ritmi ciclici, meravigliosa e rigogliosa grazie ad aria, acqua e luce.

Edy Virgili
http://www.edyvirgili.it/

 

th_65d1300db123ce22f6e2569fb36764f8_zha_liquidglacial_photobyjacopospilimbergo_014621