• 4

  • 3

  • 2

  • 1

LA LUCE DI AGOSTO

Lughnasadh, questo termine gaelico significa letteralmente “Primo Agosto” ed indica una festività gallica, che si celebra ancora oggi in alcune zone dell’Irlanda, corredata da danze e fuochi.

2cdx4q8

Il rituale è quello che simbolicamente rappresenta il sacrificio del Dio sotto forma di grano che viene mietuto per nutrire e sostenere la vita delle creature umane sulla terra.
Il grano veniva dunque “divinizzato”,  come emanazione e manifestazione del Dio Sole che governa e regola appunto la crescita delle piante. Lug è anche il Dio del cerchio iniziatico che segna l’avvicinarsi di una nuova fase vitale, ovvero l’avvicinarsi dell’Autunno.

Lughnasadh

Nell’antica Roma era dedicato a “Ottaviano”, primo Imperatore romano,  che ottenne anche il titolo di Augusto dal Senato. In suo onore vennero indette le “Feriae Augusti” che significa riposo di agosto di cui resta il ricordo nel nostro attuale Ferragosto. Il numero associato a questo mese  è l’8, che ricorda il simbolo dell’infinito: l’8 si riconduce alla natura che perennemente rigenera se stessa, come quando in questo periodo, dall’esplosione  vitale dell’estate si transita ciclicamente verso il ripiegamento autunnale. Di solito infatti dalla meta’ del mese la calura inizia ad arretrare, lasciando il posto all’umidità. La luce del Sole, anche se particolarmente intensa ed accecante più che negli altri mesi, lentamente decresce giorno per giorno. Oggi agosto è diventato un mese “variegato”, in cui si fanno molte cose, gioia di vivere, fiducia, ottimismo e positività, questi sono i sentimenti che caratterizzano l’energia di questa fase dell’anno e che ci accompagnano mentre ci tuffiamo tra le onde del mare, godiamo di un’alba o di un tramonto mozzafiato, o semplicemente camminiamo tra i sentieri delle verdeggianti montagne condividendo pensieri ed emozioni con le persone a noi care. Approfittiamo di questo momento e della  carica di questo mese per esprimerci creativamente e spolverare o lasciare affiorare quei talenti, quegli hobbies che spesso, presi dalla frenesia del lavoro, trascuriamo negli altri periodi dell’anno.

 

Ferragosto

 

Sergio Belli