La creazione è una. I vari aspetti del mondo, dell’essere della vita del pensiero, della sensazione, sono inestricabilmente legati e interdipendenti. Le scienze, le arti, i sistemi sociali e religiosi sono validi solo come applicazioni diverse di principi comuni.

 2001-odissea-nello-spazio-scena

 

L’essere umano è uno. Non lo si può dividere in corpo spirito e anima, non si possono separare le funzioni vitali dagli elementi emotivi e intellettuali, le attività del corpo fisico da quelle della mente. Le nostre credenze, che hanno spesso carattere di passioni irragionevoli e le tendenze del nostro pensiero sono dirette da forze nascoste che albergano in noi e di cui dobbiamo prendere coscienza per poterle controllare.

La vita è una. non c’è una separazione tra il mondo vegetale l’animale e l’umano. Essi sono interdipendenti e la loro sopravvivenza comune dipende dal rispetto della loro armonia in cui nessuno assume il ruolo di predatore, nessuno si arroga il diritto di alterare l’equilibrio della natura. Gli dei gli spiriti sottili e gli esseri viventi sono stati originati dagli stessi principi, sono indissolubilmente legati. Gli Dei e l’energie sottili sono presenti ovunque nel mondo e in noi. All’essere vivente non è data la possibilità di attingere o concepire il principio causale al di là delle sue molteplici manifestazioni
La verità è una. Non esistono una sapienza orientale e una occidentale, una scienza che si contrappone alla religione. Esse altro non sono  che forme diverse di una stessa ricerca.

the-tree-of-life-5

Le religioni sono valide solo nella misura in cui rappresentino gli sforzi del’uomo per l’apprensione del divino, per la comprensione della natura del mondo per la migliore attuazione del ruolo che gli è devoluto nell’insieme della creazione.

Alain Daniélou

SHIVA  E DIONYSOS
© 1979, Libraire Arthéme Fayard, Paris
© 1980, Casa Editrice Astrolabio – Ubaldini, Roma